Disturbo ossessivo-compulsivo - Amelia Frasca Psicologa Psicoterapeuta Catania

Disturbo ossessivo-compulsivo


La persona che soffre di un Disturbo ossessivo compulsivo presenta:

  • pensieri ossessivi persistenti, altrimenti detti “ossessioni”;
  • (non in tutti i casi) rituali rigidi, altrimenti detti “compulsioni”.

Le compulsioni possono essere intese come tentativi della persona di ridurre una grave angoscia e se viene ostacolata nella messa in atto dei sui comportamenti ripetitivi, rituali, può sperimentare terrore diffuso.

L’esplorazione in psicoterapia di immagini o idee ossessive, così come l’attribuzione di significato a rituali (per esempio, relativi alla pulizia) che sembrano incomprensibili, sono fondamentali perché il soggetto affronti non solo la propria invalidante sintomatologia, ma anche la rabbia, il dolore e la vergogna per il proprio disturbo.